Сицилия120511_0029_1024.jpg

l’uliveto

Al centro di Patti Piccolo, ad Alcamo, sorge la collina dell’uliveto, che si estende per circa sette ettari, con millequattrocento alberi di olive, la quasi totalità messi a dimora più di cento anni fa. 

Ogni anno, terminata la vendemmia, gli uomini di casa Rallo si lasciano accarezzare dall’ombra di questi giganti centenari: la protagonista assoluta diventa la Cerasuola, una delle regine fra le cultivar della DOP Valli Trapanesi. 

Da lontano, dal fondo della vallata, si scorge un’indistinta e grande macchia verde, da vicino, tronchi possenti, chiome pesanti ma non ancora stanche, portano la saggezza di un tempo lontano e il ricordo di un evento gioioso. Gli ulivi si dispongono sulla sommità della collina, a segnarne il profilo, a 350 metri sul livello del mare. La cerasuola guarda a sud con il suo portamento vigoroso mentre decine di braccia continuano a muoversi sotto di lei, da ottobre a novembre, tra un fusto e l’altro.

Braccia impegnate a reggere tre pettini pneumatici, alleati validi e discreti del lavoro manuale, mani tese in alto, che scuotono, battono, sembrano rivolgere il loro plauso ai frutti di una natura che, anno dopo anno, le cerca, le accoglie, le premia. Siamo in una terra intatta, trattata sempre con rispetto dall’uomo, fertile, in un palcoscenico naturale d’eccezione. Altre braccia poi si occupano di sistemare e svuotare i teli che accolgono i frutti appena colti. Il processo di lavorazione avviene a distanza di non più di sei ore dalla raccolta. 

Giunte al frantoio, le olive vengono prima lavate e separate delicatamente da fogliame ed eventuali altri residui; quindi, un frangitore a martelli le riduce in pasta; questa viene rimescolata da una gramola che, a temperature comprese tra i 26,7 e i 26,8° C, consente di rompere il legame dell’olio con l’acqua; infine il passaggio in un decanter a due uscite che separa la sansa umida dal mosto olio; dopo il passaggio in centrifuga, l’olio viene convogliato in vasche d’acciaio sature di gas inerti; qui viene lasciato decantare per un periodo variabile da uno a due mesi ed è così pronto per il confezionamento.

Figlio di olive sane l’olio Rallo, è oggi adoperato per un progetto in collaborazione con i Premiati Oleifici Barbera; le nostre olive vengono adoperate per ottenere l’olio “L’uliveto di Carlo ed Emma”, etichetta blu elettrico. 

Un olio fragrante, profumato e fruttato, ideale anche al palato dei più piccoli.  

Rallo ulivi e vigneti8 def2_1024.jpg